24 Settembre 2020
Interviste

Due chiacchere con.....

Due chiacchiere con...
14-11-2014 - Intervista a Giacomo Azzoni
Nome GIACOMO
Cognome AZZONI
Soprannome Jack
Stato civile Italiano
Canzone preferita: "Akon-Right now", che oltretutto è la colonna sonora della nuova hit "Lollo Cava" (di Alessandro Meo e Alvise Tenderini) che sta avendo un grandissimo successo in casa Fenice.
Tifi per : Non tifo per nessuna squadra in particolare, ma se devo dire la mia quest´anno mi appassionano molto il Pescara c5 e l´Acqua & Sapone
Tre aggettivi per descriverti: Mi ritengo un ragazzo tranquillo, generoso e onesto
La partita più importante: Di partite importanti ne ho vissute tante. Dalle finali nazionali per lo scudetto alle finali del "Torneo delle Regioni" fino ad arrivare a giocarmi addirittura partite internazionali con la nazionale italiana U21. Il mio sogno però è quello di giocare nella massima serie, la serie A. Quella si che sarebbe davvero una partita importante.
Il gol più bello Quando mi chiedono qual´ è stato il gol più bello la mia mente va a ripescare il gol segnato in finale scudetto allievi a Montesilvano nel 2012. Fu il gol del momentaneo 3-3, poi vincemmo 6-3 portandoci così a casa il primo tricolore cucito al petto!!!
Da quanto giochi a calcio a 5: Ho iniziato a giocare a calcio a 5 all´età di 6 anni, in pratica fin da quando ero un bambino
Perché il futsal e cos´é per te?
Mio fratello mi ha indirizzato verso il calcio a 5 fin da quando ero piccolo, non l´ho proprio scelto io inizialmente poi però ho capito che è uno sport 100 volte più spettacolare del calcio a 11, anche se non tutti la pensano cosi. E mi dispiace per quelle persone che sottovalutano il futsal, perché non sanno cosa si perdono. Il futsal per me è vita. È una passione continua che mi permette di vivere una vita piena di emozioni. È quella cosa che mi permette di vivere una vita piena di emozioni. È quella cosa che mi fa battere forte il cuore. È una passione che mai nessuno potrà togliermi passione
Chi vincerà il campionato
Per rispondere a questa domanda dovremmo aspettare la fine del campionato per conoscere il nome della squadra vincitrice. Ora come ora posso dire che noi, la Fenice c5, possiamo fare molto bene in questo campionato, se non vincerlo. È vero la strada è ancora molto lunga e difficile per affermare questo mio pensiero, ma se continuiamo a lavorare seriamente ogni settimana, tenendo la testa sulle spalle, nessuno più ci potrà fermare. Io sono consapevole di tutto ciò e per questo sono pronto a fare la mia parte, non mi tirerò indietro e penso nessuno lo farà. VAMOS FENICE!!!
Carriera sportiva
A.S.D. Fenice c5 dal 2001 ; Nazionale italiana U21 dal 2013
Di qualcosa su Alessandro Meo
Per chi lo conosce Alessandro Meo si presenta da solo. È un ragazzo semplice, una persona buona e gentile. È un amico con il quale si scherza sempre e le risate non mancano mai, anzi sono anche troppe. È un ragazzo dalle mille qualità da prendere come esempio e io mi ritengo fortunato ad avere un amico come lui. Come atleta invece è molto professionale. Lui è il primo a mettersi a lavoro: può mancarli anche il fiato, ma fin che il mister non urla "STOP!" lui non si ferma, continua a correre. Per questo io lo considero un grande atleta e un grande giocatore (anche se segna poco). Io con Alessandro Meo ho affiatamento 100% sia dentro che fuori dal campo
Ti senti pronto per giocare in una categoria superiore
Non lo so se ritenermi pronto. Però ho la voglia di partecipare a campionati di livello superiore, di affrontare squadre più forti, di affrontare giocatori più forti. Tutto questo per crescere come giocatore e arrivare a giocare in una squadra di serie A e spero, forse un giorno, di raggiungere questo mio obiettivo personale
Il miglior compagno di squadra: Non c´è un compagno migliore di un altro, sono tutti validi calciatori e soprattutto ottimi amici. Però mi trovo, in particolar modo, molto bene a giocare con Allmir Hasaj (Miri), solo per un discorso di sintonia. Giochiamo assieme fin da quando avevamo 12 anni e ci siamo subito trovati. Per me lui è il fratello che il futsal mi ha donato.


scritto da Tatiana Sperandio

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account